Investire in Irlanda: è conveniente?

Investire in Irlanda offre numerose opportunità, ma richiede una conoscenza approfondita della sua struttura fiscale e delle varie agevolazioni disponibili. L’Irlanda si sta affermando come una delle destinazioni più ambite per gli investitori esteri, grazie alla sua economia stabile, forza lavoro qualificata e, soprattutto, un sistema fiscale estremamente competitivo.

L’attrattiva principale dell’Irlanda nel panorama degli investimenti internazionali risiede nella sua struttura fiscale favorevole e nelle politiche pro-business. Capire il sistema fiscale è il primo passo fondamentale per chi desidera investire in Irlanda.

Questo articolo mira a fornire una guida dettagliata per navigare nel panorama fiscale irlandese, evidenziando le opportunità per gli investitori esteri:

  • Residenza fiscale
  • Il sistema PAYE
  • Imposte sulla società
  • Tassazione persone fisiche

Residenza Fiscale

La determinazione della residenza fiscale è cruciale per comprendere le tasse applicabili. In Irlanda, la residenza fiscale si basa sul numero di giorni trascorsi nel paese: essere presenti per 183 giorni o più in un anno fiscale o 280 giorni in due anni fiscali consecutivi comporta lo status di residente fiscale. Questo status implica la tassazione sul reddito mondiale, a prescindere dal luogo di generazione del reddito.

Per coloro che scelgono di investire senza diventare residenti fiscali, è vitale sapere che saranno tassati solo sul reddito generato in Irlanda. Il concetto di “Residente Non Domiciliato” permette di essere considerati residenti fiscali senza essere domiciliati, influenzando la tassazione del reddito estero trasferito in Irlanda.

Il Sistema PAYE 

Il sistema PAYE (Pay As You Earn) è il metodo principale attraverso il quale i lavoratori dipendenti sono tassati in Irlanda, con le imposte detratte direttamente dallo stipendio. Questo sistema è affiancato dall’USC (Universal Social Charge) e dal PRSI (Pay Related Social Insurance), che rappresentano ulteriori prelievi dai redditi da lavoro.

Regimi Fiscali Speciali: Il Caso del SARP

Il SARP (Special Assignee Relief Programme) è un regime fiscale che offre agevolazioni ai lavoratori trasferiti in Irlanda, volto ad attrarre talenti internazionali e a promuovere l’investimento. I requisiti per accedere a questo regime includono il trasferimento in Irlanda su richiesta del datore di lavoro, un periodo di lavoro all’estero pregresso, e un impegno di residenza fiscale in Irlanda.

Imposte sulle Società 

L’Irlanda offre un regime fiscale particolarmente vantaggioso per le società, con un’imposta sul reddito delle società (Corporate Tax) tra le più basse dell’Unione Europea. Questo aspetto, combinato con incentivi per la ricerca e lo sviluppo, rende l’Irlanda un hub attraente per le imprese.

L’Alleggerimento Fiscale per le Società

L’aliquota principale della Corporate Tax è fissata al 12,5% per i profitti derivanti da attività commerciali, mentre un’aliquota del 25% si applica ai profitti non commerciali. Questa struttura fiscale, insieme a una rete di trattati fiscali bilaterali, posiziona l’Irlanda come destinazione privilegiata per le multinazionali.

Incentivi per Ricerca e Sviluppo

L’Irlanda promuove attivamente l’investimento in ricerca e sviluppo attraverso generosi incentivi fiscali, offrendo un credito d’imposta del 25% sulle spese ammissibili. Questo incentivo, che si aggiunge alla deduzione ordinaria delle spese R&D, può significare una riduzione complessiva dell’onere fiscale fino al 37,5% delle spese sostenute.

Le specifiche aliquote e soglie possono variare nel tempo a seguito di riforme fiscali o aggiustamenti economici, quindi è essenziale consultare fonti aggiornate o un professionista fiscale per ottenere le informazioni più precise e attuali.

Se vuoi approfondire il tema e prenotare una consulenza, CLICCA QUI!

Se vuoi approfondire il tema Investire in Irlanda guarda questo video.


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.