Tasse alle Canarie: quali sono e come si pagano

Tasse alle Canarie è fondamentale per chiunque stia considerando di trasferirsi, investire o avviare un’attività in queste isole spagnole. In questo articolo, esploreremo in dettaglio i benefici fiscali, le varie tipologie di tassazione per persone fisiche e giuridiche, e le specificità dell’IGIC, l’equivalente dell’IVA nelle Canarie.

Le Isole Canarie sono note non solo per il loro clima mite e le splendide spiagge ma anche per un sistema fiscale particolarmente vantaggioso che attrae imprenditori, investitori e pensionati da tutto il mondo.

In questo articolo andremo ad analizzare:

  • Panoramica Generale
  • L’IGIC e le sue particolarità
  • Vantaggi Fiscali per i Pensionati e il Mercato Immobiliare
  • Conclusione

Panoramica Generale

Le Tasse alle Canarie offrono un regime fiscale vantaggioso che rende l’arcipelago un luogo attraente per fare affari e vivere. Questa sezione si concentra sui principali aspetti fiscali che interessano sia le persone fisiche che le società, delineando le opportunità e i benefici disponibili.

Le Tipologie di Società e la Fiscalità Aziendale

Nelle Canarie, esistono diverse forme giuridiche per le imprese, ognuna con specifiche implicazioni fiscali. La Società a Responsabilità Limitata (SL) è l’opzione più popolare tra le piccole e medie imprese, richiedendo un capitale minimo di 3.000 euro. Per le grandi imprese, la Società Anonima (SA) rappresenta la scelta ideale, con un requisito di capitale minimo di 60.000 euro. Vi è anche la Società a Responsabilità Limitata di Nuova Creazione (SLNE), che offre un processo di costituzione semplificato per incentivare la nascita di nuove imprese. Infine, l’opzione dell’Autonomo si adatta a freelance e professionisti che preferiscono non avere un capitale iniziale, pur essendo personalmente responsabili dei debiti aziendali.

L’Imposta sul Reddito delle Società (IS) nelle Canarie è generalmente fissata al 25%, ma esistono incentivi significativi che possono ridurre questa aliquota. La Zona Speciale Canaria (ZEC) e la Riserva per gli Investimenti nelle Canarie (RIC) sono due esempi notevoli, offrendo rispettivamente tassi d’imposta ridotti al 4% e la possibilità di detrarre fino al 90% degli utili reinvestiti.

Tassazione Persone Fisiche

La tassazione delle persone fisiche alle Canarie rappresenta un aspetto fondamentale per chi considera l’arcipelago non solo come una destinazione turistica ma anche come un potenziale luogo di residenza. Grazie al regime fiscale speciale concesso alle Canarie, i residenti possono beneficiare di condizioni fiscali più favorevoli rispetto alla Spagna continentale e ad altri paesi europei. Questo sistema è progettato per stimolare l’economia locale, attrarre investimenti esterni e incoraggiare la residenza di individui e famiglie.

Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche (IRPF) alle Canarie

L’IRPF alle Canarie segue un’impostazione progressiva, dove l’aliquota aumenta in base al reddito imponibile del contribuente. Questo significa che i redditi più bassi sono soggetti a tasse proporzionalmente inferiori rispetto ai redditi più alti, garantendo così un sistema equo e bilanciato. Le aliquote partono dal 19% per i redditi più bassi, arrivando fino al 45% per quelli più elevati. Questa struttura mira a distribuire il carico fiscale in modo più equo tra i residenti.

Detrazioni e agevolazioni fiscali

Le Canarie offrono diverse detrazioni e agevolazioni fiscali per le persone fisiche, al fine di ridurre l’onere fiscale e incentivare determinate spese. Tra queste, si annoverano detrazioni per l’acquisto della prima casa, spese mediche e sanitarie non coperte dal sistema sanitario pubblico, investimenti in piani pensionistici, spese per l’istruzione e la formazione, nonché donazioni a enti benefici e ONG. Queste detrazioni rendono il sistema fiscale canario particolarmente attraente per famiglie e individui che cercano di ottimizzare la propria situazione fiscale.

Imposta sui Redditi dei Non Residenti (IRNR)

Per i non residenti che percepiscono redditi generati nelle Canarie, si applica l’IRNR. Questa imposta si rivolge a coloro che, pur non avendo la residenza fiscale nelle isole, vi realizzano comunque dei redditi, ad esempio attraverso l’affitto di immobili posseduti nell’arcipelago. L’aliquota standard per l’IRNR è del 19%, ma può variare in base a specifici accordi fiscali tra la Spagna e il paese di residenza del contribuente.

Imposta sulla ricchezza

Un altro aspetto importante della tassazione personale alle Canarie è l’Imposta sulla Ricchezza. Questa tassa si applica ai residenti con un patrimonio netto elevato, superiore a una certa soglia stabilita dalla legge. L’obiettivo è quello di tassare la ricchezza accumulata, con aliquote che variano in base al valore del patrimonio. Tuttavia, esistono esenzioni specifiche, come per la prima casa fino a un certo valore, che mirano a non penalizzare eccessivamente i residenti con patrimoni di dimensioni moderate.

L’IGIC e le sue particolarità

L’Impuesto General Indirecto Canario (IGIC) è l’imposta sul valore aggiunto specifica delle Canarie, caratterizzata da aliquote generalmente più basse rispetto all’IVA applicata nel resto dell’Europa. Il tasso generale è del 7%, con alcuni beni e servizi essenziali, come prodotti alimentari di base e farmaceutici, che godono di un’aliquota ridotta o pari a zero. Questa struttura fiscale incentiva il consumo e l’investimento nelle isole, contribuendo al loro sviluppo economico.

Vantaggi Fiscali per i Pensionati e il Mercato Immobiliare

Trasferirsi alle Canarie può offrire significativi vantaggi fiscali per i pensionati, grazie a un sistema di detrazioni per spese mediche e un regime fiscale generalmente più favorevole rispetto a quello italiano. Il sistema sanitario di alta qualità e l’assistenza accessibile sono ulteriori fattori di attrazione.

Il mercato immobiliare delle Canarie offre opportunità di investimento interessanti, con una tassazione degli immobili che include l’Impuesto sobre Transmisiones Patrimoniales (ITP), una tassa annuale sulla proprietà (Impuesto sobre Bienes Inmuebles, IBI), e la tassazione dei ricavi da affitto. Questi elementi, combinati con la possibilità di esenzioni dall’imposta sulla plusvalenza se i proventi della vendita vengono reinvestiti, rendono l’acquisto di immobili nelle Canarie particolarmente attraente.

Conclusione

Le Tasse alle Canarie offrono un regime fiscale vantaggioso che attrae imprenditori, investitori e pensionati da tutto il mondo. La comprensione di questo sistema è essenziale per massimizzare i benefici fiscali e prendere decisioni informate riguardo al trasferimento, all’investimento o all’avvio di un’attività in queste isole. Con incentivi come la ZEC, la RIC, e l’IGIC, le Canarie si confermano come una destinazione ideale per chi cerca un ambiente fiscale favorevole in un contesto di grande bellezza naturale e qualità della vita elevata.

Se vuoi approfondire il tema e prenotare una consulenza, CLICCA QUI!

Se vuoi approfondire il tema “Tasse alle Canarie” guarda questo video.


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.